Martedi 6 Dicembre

Judo, dopo l’oro a Rio Fabio Basile vuole la Tv: “voglio lavorare in Gomorra, ecco perchè”

LaPresse/Alfredo Falcone

Fabio Basile e i progetti futuri: il judoka, oro alle Olimpiadi di Rio 2016, adesso sogna di sfondare nel mondo della televisione

Il mio sogno? Quello di lavorare in “Gomorra“. Ma non perchè nella vista vorrei fare il camorrista, la serie mi piace per come è recitata. Conosco a memoria le battute di Genny Savastano, mi ha fatto i complimenti anche Salvatore Esposito, l’attore che lo interpreta“. Così, con l’irruenza che lo ha contraddistinto sul tatami delle Olimpiadi di Rio Fabio Basile, medaglia d’oro nel judo categoria 66 kg, ha confessato in una intervista esclusiva al settimanale Chi, (in edicola da domani) quali sono i progetti per la sua carriera al di là dello sport. L’atleta, che ha conquistato la 200ma medaglia d’oro nella storia dello sport italiano, è emerso come uno dei personaggi di questa Olimpiade grazie alla sua grinta, al suo aspetto da attore e alla sua schiettezza.

LaPresse/Alfredo Falcone

LaPresse/Alfredo Falcone

E pensare che non volevano che andassi alle Olimpiadi“, rivela infatti a Chi. “Per tre anni, in Nazionale, non sono stato chiamato per nessuna gara valida per le qualificazioni. Poi è arrivato il nuovo direttore tecnico, Kiyoshi Murakami e qualcosa è cambiato. Dopo la vittoria volevo dire: “non avete capito un c…”, a chi non credeva in me, ma se non avessi avuto questo stimolo non so se avrei vinto“. Alla domanda se l’ex ct della Nazionale Pino Maddaloni, l’ultimo italiano ad aver vinto la medaglia d’oro nel judo 16 anni fa, si sia complimentato per la sua vittoria, Fabio Basile risponde: “non mi ha scritto neanche un messaggio dopo la vittoria, se volete saperlo“.

ITALPRESS

ITALPRESS

Fabio è fidanzato con un’altra judoka, Sofia Petitto, che ha posato con lui per la prima volta per il servizio fotografico di Chi. “E’ il mio amore“, confida. “Anche se ho solo 21 anni non importa: quando trovi la ragazza giusta è quello il momento. E sono molto geloso“. E quando gli si fa notare che è diventato un sex symbol delle Olimpiadi, Fabio risponde: “E vabbuò, guardare ma non toccare. Non ho tentazioni. E sono uno di cui ti puoi fidare: non ho mai tradito la parola data“. (ITALPRESS).