Sabato 3 Dicembre

F1, Verstappen spaventa Wolff: “non ha paura nè rispetto, è pericoloso”

LaPresse/Photo4

Wolff preoccupato dal comportamento di Max Verstappen e da quello della FIA, che non interviene a riguardo

E’ andato in scena ieri il Gran Premio del Belgio: una gara spettacolare, ricca di colpi di scena sin dalla prima curva con il contatto tra Raikkonen, Vettel e Verstappen. A spaventare tifosi e non solo ci ha pensato invece Magnussen col suo pauroso incidente, mentre a lasciare tutti senza parola ci ha pensato Verstappen col suo atteggiamento: “le Ferrari hanno distrutto la mia gara quindi poi non li ho lasciati passare”. Un comportamento che preoccupa.

LaPresse/Photo4

LaPresse/Photo4

Per lui è sempre… maximum attack. Max è una ventata di aria fresca, giovane, che mi piace molto. Non ha paura e neanche tanto rispetto, devo dire che mi ricorda Lewis, ed anche Ayrton Senna. E aggiungo che vedo alcuni suoi avversari che iniziano a pensarci due volte prima di provare a superarlo“, ha dichiarato Toto Wolff, che però ha paura “che un giorno possa finire violentemente contro un muro, perché è pericoloso. La FIA finora non lo ha mai penalizzato e l’unica reazione che ha dovuto subire è stato qualche momento di tensione nel briefing dei piloti, ed immagino che anche il prossimo per lui non sarà proprio semplice”, ha concluso il team principal della Mercedes.