Sabato 10 Dicembre

F1, è arrivata l’ufficialità! A Monza un pensiero per le vittime del terremoto del Centro Italia

LaPresse/Photo4

Tutto pronto a Monza per il Gran Premio d’Italia! Domenica, prima della gara, un pensiero alle vittime del terremoto del Centro Italia

Si scaldano le monoposto di Formula 1 all’Autodromo di Monza in attesa dell’edizione numero 87 del Gran Premio d’Italia in programma domenica; prima del via però il rombo dei motori lascerà spazio al “silenzio” per un minuto per ricordare le vittime del terremoto che ha colpito il centro Italia.

LaPresse

LaPresse

Il programma della settimana dei motori brianzola (ultima prova europea del circo della velocità prima del finale di stagione) è stata presentata oggi, nella sala stampa del circuito. Argomento centrale, oltre alle aspettative del prossimo Gran Premio che ha tra l’altro visto le vendite dei biglietti in crescita, la questione del rinnovo del contratto con la Fom rappresentata da Bernie Ecclestone, problema spinoso che rischia di cancellare l’appuntamento monzese dai calendari della Formula 1 dei prossimi anni. Il presidente dell’Automobile Club Milano, Ivan Capelli, proprietario dell’autodromo attraverso la società Sias, ha voluto ringraziare il presidente nazionale dell’Aci Angelo Sticchi Damiani per gli sforzi profusi per garantire a Monza il rinnovo del contratto con la Formula 1. “L’Ac Milano ha fatto tutto il possibile per ottenere il meglio in situazioni di bilancio che hanno richiesto sacrifici e un encomiabile impegno da parte della struttura e del personale – ha spiegato -. Non esiste più per Milano quella autonomia economica e contrattuale che aveva contraddistinto gli anni precedenti“.

LaPresse

LaPresse

Abbiamo lavorato e stiamo tuttora lavorando intensamente per garantire continuità nel futuro a questa emozione – ha commentato invece il presidente dell’Aci Angelo Sticchi Damiani -. Il Gran Premio d’Italia è un patrimonio sportivo, culturale, economico e sociale degli italiani che va salvaguardato e valorizzato“. Sticchi Damiani, a 50 anni dall’ultimo successo di un pilota italiano a Monza, ha inoltre sottolineato il suo rammarico per l’assenza ormai da anni di un driver italiano in Formula 1. Dal punto di vista organizzativo, sono stati annunciati controlli più stringenti per rispondere ad esigenze di sicurezza. Molte anche le manifestazioni di contorno, tra le quali una sfida calcistica tra la Nazionale Piloti di Formula 1 e la Heineken Football Ambassadors (formata tra l’altro da Dida, Trezeguet e Roberto Carlos), in programma domani in un campo appositamente allestito accanto al circuito, che destinera’ parte degli introiti ai terremotati del centro Italia e la tradizionale cena di gala i cui fondi saranno anch’essi dedicati alle popolazioni colpite dal sisma. (ITALPRESS)