Mercoledi 7 Dicembre

De Boer, risposta alle critiche: “Inter, prima di me solo individualità. Perisic? Ecco i motivi della panchina”

LaPresse/Pennacchio Emanuele

L’allenatore dell’Inter De Boer risponde alla critiche piovuta sulla sua squadra dopo la sconfitta con il Chievo Verona all’esordio

LaPresse/Pennacchio Emanuele

LaPresse/Pennacchio Emanuele

Inter, parla De Boer –In queste due settimane ho imparato che i ragazzi credono in tutto e per tutto nel lavoro che facciamo. Prima erano tante individualità, adesso pian piano inizieranno a giocare da squadra“. In un’intervista all’olandese “Algemeen Dagblad” Frank De Boer parla del suo difficile inizio sulla panchina dell’Inter, battuta per 2-0 al Chievo all’esordio in serie A. L’ex Ajax ha quindi ribadito i concetti espressi nell’immediato dopo gara: “fisicamente non siamo pronti, per questo motivo ho scelto un sistema di gioco che garantisse qualche certezza in più. I migliori giocatori dell’Inter non hanno ancora disputato interamente una partita in tutta l’estate “, sottolinea De Boer, come riportato da ‘fcinternews’.

LaPresse/Pennacchio Emanuele

LaPresse/Pennacchio Emanuele

Inter, parla De Boer – “Dovranno entrare in forma nelle prossime settimane, ma il campionato è  iniziato. In rosa abbiamo diversi giocatori che hanno giocato gli Europei e la Copa America. Basti guardare il nostro centrocampo, dove ci sono un Nazionale argentino, un cileno e Candreva che ha giocato con l’Italia gli Europei. Perisic fuori dall’undici titolare? E’ un ottimo giocatore, ma fisicamente non è ancora pronto dopo gli Europei giocati con la Croazia. Ho scelto uno schema più conservativo, per questo non l’ho schierato“. (ITALPRESS).