Venerdi 9 Dicembre

Corsa in montagna, è Bernard Dematteis il re d’Italia: che show nella bufera!

Bernard Dematteis vince i campionati Assoluti di corsa in montagna precedendo il gemello Martin e Alex Baldaccini in una gara martoriata da pioggia e vento forte

Giornata da tregenda sulle montagne più belle  del mondo. Nella giornata della seconda prova dei Campionati italiani Assoluti, Promesse e Juniores di corsa in montagna, sulle Dolomiti ha imperversato il maltempo e ai piedi delle Tofane pioggia, vento e freddo l’hanno fatta da padroni.

Corsa-in-Montagna-1Condizioni al limite dell’estremo a Cortina d’Ampezzo per il tricolore organizzato da Polisportiva Caprioli e Atletica Cortina. Un elemento di fatica in più per i 300 atleti che si sono sfidati lungo gli impegnativi e suggestivi tracciati ricavati in questo angolo di Dolomiti, patrimonio mondiale dell’umanità Unesco. Proprio per il maltempo, la gara più attesa, quella Seniores uomini, è stata accorciata: dai previsti 10,150 chilometri (dislivello positivo di 1250 metri) con partenza da Corso Italia e traguardo al rifugio Pomedes, è stata accorciata a 7,850 chilometri (dislivello positivo di 900 metri), con partenza da Corso Italia e arrivo al rifugio Duca d’Aosta. È cambiato il chilometraggio ma non sono cambiati i valori in campo: Bernard Dematteis si è ripreso lo scettro di re d’Italia, vincendo con autorevolezza sul gemello Martin, campione europeo. Bella la lotta per il terzo posto, con il bergamasco Alex Baldaccini in grande spolvero a precedere il valdostano Xavier Chevrier di una manciata di secondi. Quinta piazza per Francesco Puppi e sorprendente sesta posizione per il bellunese Nicola Spada, tornato su livelli di eccellenza e al suo miglior risultato tricolore in carriera. La Seniores donne (7,850 chilometri, dislivello positivo di 900 metri) è vissuta sul monologo della campionessa europea Emilie Collinge. Dominio della britannica dell’Atletica Alta Valtellina ma titolo italiano per Valentina Belotti. Alta Valtellina superlativa: suoi i primi tre gradini del podio: oltre alla vittoria di Collinge e la piazza d’onore di Belotti anche il terzo posto di Elisa Desco. Pronostici rispettati anche nelle gare Juniores: successi di Francesca Franchi e Davide Magnini.