Martedi 6 Dicembre

Clamoroso a Rio 2016, arrestato un pugile marocchino per molestie sessuali

Il pugile marocchino Saada è stato arrestato a Rio per molestie sessuali, a riportarlo è il quotidiano brasiliano Globoesporte

Hassan Saada, 22enne pugile marocchino che avrebbe dovuto esordire domani ai Giochi di Rio de Janeiro nella categoria dei pesi mediomassimi contro il turco Mehmet Nadir Unal, è stato arrestato stamane con l’accusa di molestie sessuali nei confronti di due inservienti al Villaggio Olimpico.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Il delegato Eduardo Ozorio ha emesso una condanna provvisoria a 15 giorni di carcere, sentenza che di fatto impedirà a Saada di partecipare all’Olimpiade. Il Comitato organizzatore di Rio 2016, si legge su “Globoesporte”, ha fatto sapere che collaborerà con gli inquirenti. Secondo le prime ricostruzioni, mercoledì scorso il pugile avrebbe chiamato due inservienti con la scusa di chiedere delle informazioni e, una volta entrate nella camera, le due donne sarebbero state aggredite. Con Saada c’erano altri due atleti che però non si sarebbero lasciati coinvolgere. Le due inservienti sono poi riuscite a fuggire e hanno sporto denuncia. Originario di Casablanca, Saada aveva ottenuto il pass per Rio nel torneo di qualificazione di Baku lo scorso giugno. (ITALPRESS)