Lunedi 5 Dicembre

Atletica, il messaggio di Schwazer ai suoi fan: “cari amici, parto per Rio”

LaPresse/Vincenzo Livieri

Schwazer pronto a tutto pur di gareggiare alle Olimpiadi di Rio 2016: ecco le sue sensazioni prima della partenza

Cari amici, il 6 agosto parto per Rio. Su richiesta della Iaaf l’8 agosto avro’ un’udienza davanti al TAS per ottenere in un paio di giorni il giudizio che decide definitivamente se potro’ o meno partecipare alle Olimpiadi. Non so cosa pensare“.

LaPresse/Daniele Montigiani

LaPresse/Daniele Montigiani

Così, sul proprio profilo facebook, Alex Schwazer si rivolge ai suoi “follower”, raccontando le sue emozioni, a quattro giorni dalla partenza per il Brasile, in attesa di sapere se potrà o meno partecipare ai Giochi. Al momento l’azzurro e’ “sospeso in via cautelare” dalla Iaaf per “positivita’” ad un controllo anti-doping del 1° gennaio 2016 (con presenza di steroidi).

LaPresse/REUTERS

LaPresse/REUTERS

La confusione di queste settimane è stata tanta e devo dire che e’ veramente difficile mantenere il giusto equilibrio per affrontare una Olimpiade in questa situazione. Sempre che io possa affrontarla“, ha aggiunto il marciatore di Vipiteno, vincitore dell’oro olimpico nella 50 km a Pechino2008 e fermato per una prima “positività” a un controllo anti-doping alla vigilia dei Giochi di Londra2012. “Non riesco a pensare, dopo tutto quello che ho fatto per dimostrare a tutti che potevo tornare a combattere, di arrivare fisicamente a Rio e non avere la possibilità di scendere in pista. Non posso pensare che tutto il lavoro svolto negli ultimi mesi, tutti i controlli a cui mi sono sottoposto, non siano serviti a nulla”, ha detto ancora l’azzurro.

LaPresse/Claudia Fornari

LaPresse/Claudia Fornari

All’udienza cercheremo di sostenere la mia innocenza verso le accuse che nelle ultime settimane mi sono state rivolte mostrando l’assoluta linearità di tutti i controlli ematici ed ormonali a cui mi sono sottoposto. Rinnovo i miei ringraziamenti a tutti i professionisti per la determinazione e la passione con cui hanno lavorato e stanno lavorando per me. E per il resto… aspetto“, ha concluso Alex Schwazer. (ITALPRESS).