Lunedi 5 Dicembre

A lezione da Walter Mazzarri, il Watford non ha paura: “daremo filo da torcere a tutti”

LaPresse/Reuters

Walter Mazzarri non avverte la pressione, anzi non vede l’ora di scendere in campo per misurarsi con i campioni della Premier

L’abitudine del Watford davvero poco ‘british’ di sostituire allenatori con una certa facilità non preoccupa Walter Mazzarri, chiamato dalla famiglia Pozzo alla guida degli Hornets per sostituire lo spagnolo Quique Sanchez Flores.No, non avverto la pressione – dice l’ex allenatore di Inter e Napoli in conferenza stampa – la pressione mi motiva, mi fa lavorare ancora più duramente.

Daniele Badolato / LaPresse

Daniele Badolato / LaPresse

Chi mi conosce sa che sotto pressione mi galvanizzo, sono motivatissimo. E’ vero che lo scorso anno il Watford ha fatto molto bene, raggiungendo le semifinali di FA Cup. Ma non mi piace vedere cosa è successo prima, sono qua per lavorare e mi sento molto tranquillo e motivato a fare un buon lavoro“. Mazzarri è pronto all’esordio in casa del Southampton, in una Premier League dove ci sono altri tre tecnici italiani come Claudio Ranieri, Antonio Conte e Francesco Guidolin. “Li ho rivisti con piacere, gli altri allenatori italiani sono bravi, ma mi fa piacere sapere che in Premier League ci sono alcuni tra i migliori allenatori al mondo – sottolinea l’allenatore toscano – sono curioso di vedere se i miei ragazzi riescono a contrapporsi al meglio a queste grandissime squadre. Penso positivo e credo nel lavoro, nella tattica, nella voglia di fare più degli altri“. Piccola nota sul mercato: “la società, essendo nuovo e vista la stima nei miei confronti, ha voluto prima che valutassi i ragazzi che erano già da Watford e lo sto facendo al meglio credo. La società è pronta e disposta a prendere altri due-tre elementi“.