Domenica 11 Dicembre

Wimbledon, Djokovic ko: “condizioni uguali per entrambi, grande merito a Querrey”

LaPresse/PA

Sconfitto, amareggiato, deluso, ma consapevole della bravura del suo avversario: ecco come Djokovic ha commentato la sua sconfitta al secondo turno di Wimbledon

Giornata da ricordare quella di ieri a Wimbledon: Novak Djokovic è stato eliminato, al secondo turno dello Slam inglese in corso sui campi in erba dell’All England Lawn Tennis Club, dallo statunitense Querrey. Dopo aver vinto il Roland Garros, l’unico Slam che gli mancava, Djokovic dice addio al Grande Slam: dopo la vittoria a Parigi la strada sembrava spianata verso questo traguardo, ovvero la vittoria di tutti e 4 gli slam nella stessa stagione, e invece non è stato così. Il serbo ha ceduto ieri al suo avversario statunitense, tra pioggia, sospensioni e tanta stanchezza.

LaPresse/PA

LaPresse/PA

Ha meritato di vincere, è stato migliore di me. Ha giocato un match terrificante, soprattutto al servizio. E non venitemi a parlare della pioggia, dei ritardi, delle condizioni del campo: erano uguali per tutti e due. Alla fine conta che lui abbia giocato a un livello più alto“, ha dichiarato Nole dopo la sconfitta.

LaPresse/PA

LaPresse/PA

Perdere in uno Slam è molto più doloroso, non c’è dubbio, ma non avvertivo il peso di dover ottenere un risultato storico. Però è stato un anno duro, vincere quattro Slam in fila è stato fantastico ma molto stressante, e adesso sono molto stanco“, ha aggiunto il serbo come riportato su La Gazzetta dello Sport. “Non ero al cento per cento, ma questo non è il momento giusto per parlarne. Ora salto la Davis, mi consolerò con la mia famiglia, penserò alle cose che ho trascurato per il tennis e per un po’ non toccherò una racchetta“, ha concluso il numero 1 al mondo.