Domenica 4 Dicembre

Wimbledon, Andy Murray re d’Inghilterra: lo scozzese strapazza Raonic e conquista il 3° Slam

LaPresse/PA

Andy Murray vince il suo terzo Slam in carriera, aggiudicandosi in 3 set (4-6, 6-7, 6-7) la finale di Wimbledon ai danni di Milos Raonic

LaPresse/PA

LaPresse/PA

Cala il sipario anche su Wimbledon 2016. L’ultimo atto sul palcoscenico inglese è quello fra Andy Murray e Milos Raonic. Il britannico gioca l’undicesima finale Slam, la prima senza Djokovic o Federer come avversario, a caccia del terzo trionfo in un Major, il secondo a Wimbledon. Milos Raonic è in cerca della consacrazione definitiva, magari proprio contro quel Murray che lo ha eliminato a Melbourne in semifinale. A vincere è stato Andy Murray, capace di imporsi in 3 set (4-6, 6-7, 6-7).

Nel primo set Raonic inizia il suo solito show al servizio e nonostante gli ottimi tentativi di Murray in difesa, si va sul 3-3 senza break. Murray pesca il Jolly nel settimo gioco nel quale riesce a strappare il servizio al canadese, spianandosi la strada per il 4-6 finale.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Nel secondo set il servizio di Raonic è devastante e questa volta Murray, nonostante ci sia andato vicino nel nono game, non riesce a trovare il break decisivo. La parità non sembra volersi spezzare e allora si va al tie-break sul 6-6: è Murray ad uscire vincitore inanellando 6 punti di fila, ma chiudendo solo al terzo set point (3-7).

LaPresse/Xinhua

LaPresse/Xinhua

Serve il terzo set per decidere l’incontro. Raonic sempre fantastico al servizio: il canadese lascia tre 40-15 e un 40-0 a Murray che dal canto suo non trova ma non concede nemmeno, alcun break. Serve un altro tie-break per decidere il match. Ancora una volta è Murray ad avere la meglio, questa volta con un netto 2-6, che gli regala il secondo titolo di Wimbledon.