Sabato 10 Dicembre

Volley, Final Six World League: l’Italia in semifinale, le sensazioni di Birarelli

LaPresse/Alfredo Falcone

Le sensazioni di Emanuele Birarelli in vista della semifinale della Final Six di World League

Il Brasile ha battuto 3-2 (24-26, 21-25, 28-26, 25-21, 15-12) gli Stati Uniti in rimonta permettendo così all’Italia di conquistare l’accesso alle semifinali di Final Six di World League.

LaPresse/Alfredo Falcone

LaPresse/Alfredo Falcone

Una notizia bellissima per gli azzurri del volley. “Siamo in crescita. Questo non vuole dire che abbiamo sei mesi di tempo per migliorare però sicuramente basta aggiustare delle piccole cose e capire quello che siamo facendo bene. Piano piano chi ha giocato meno torna in forma. Dato che siamo tutti dei buonissimi giocatori i risultati, come squadra, si vedono“, ha dichiarato Emanuele Birarelli in un’intervista a La Gazzetta dello Sport.

LaPresse/Alfredo Falcone

LaPresse/Alfredo Falcone

L’Italia ha fatto di tutto per giocare le semifinali e le finali di questa World League perché ci serve fare altre due belle partite qui dentro prima dei Giochi. Poi torneremo a Roma a pensare all’Olimpiade: sappiamo che è un torneo un po’ particolare, ci sono 5 partite nel girone. Poi c’è una partita che decide tutto. Ovvero se sei fra le prime 4 o meno. Se sei in zona medaglia o vai a casa e sarebbe un fallimento. Non voglio dire che si debba aspettare il quarto di finale con le mani in mano, però bisogna saper guardare avanti dopo una sconfitta, non ci si deve esaltare dopo una vittoria. Fare percorso netto è molto difficile, quasi impossibile. Bisogna essere bravi a rialzarsi, a giocare come una squadra. Tutti vorremmo disputare la nostra miglior partita. Quella che non si è mai fatto. Questo non sarà sempre possibile: all’Olimpiade vince una squadra. Una volta che capiterà di giocare male entrerà un altro, non succede nulla. Quello che conta è avere una solidità di gruppo, che nei momenti importanti come nelle gare dentro/fuori, ti fanno superare il turno“, ha aggiunto il giocatore italiano.