Lunedi 5 Dicembre

Vela-Caso Roberta Caputo: ecco la reazione del Dt del team Italia

Fabio Taccola

Michele Marchesini DT della Squadra Italiana di Vela ha voluto commentare la positività della velista Roberta Caputo, esclusa a Rio 2016

Roberta Caputo è stata esclusa dalle Olimpiadi di Rio a causa di una sostanza dopante. Ma, la velista si è difesa dicendo che la sostanza era all’interno di una crema anti brufoli. Il Dt Michele Marchesini ha dichiarato: “L’esclusione di Roberta Caputo dalle Olimpiadi, per positività ad un farmaco anabolizzante, è un fulmine a ciel sereno che ha colpito tutta la Squadra Azzurra. Naturalmente attendiamo l’esito delle contro-analisi prima di fare delle valutazioni anche se, dai dati al momento in nostro possesso e dalle dichiarazioni della stessa atleta, sembrerebbe trattarsi di una gravissima leggerezza. Per quanto riguarda il punto tecnico, situazioni di questo genere richiedono tempi di reazione molto rapidi e in proposito il Comitato Olimpico si è confrontato con noi immediatamente, optando innanzitutto per la conferma della disciplina e quindi per quella della prodiera Alice Sinno. Il nominativo scelto in sostituzione di Roberta Caputo al timone del 470 femminile Italiano a Rio, come ufficializzato ieri, è quello di Elena Berta, atleta in possesso dei minimi Olimpici e già presente nella “long list” ufficiale. Elena Berta ha un livello tecnico molto vicino a quello di Roberta Caputo ed inoltre aveva già fatto coppia con la Sinno a inizio quadriennio. Si tratta di una timoniera con caratteristiche diverse, più ragionatrice che istintiva come impostazione tecnica, capace di buone velocità sui bordi. Si tratterà ora di ricercare gli equilibri corretti tra le due Atlete nella esecuzione del gesto atletico e nella gestione tattica della regata come, in generale, nell’affrontare questa sfida. Quella che stiamo fronteggiando è una situazione difficile, con tempi molto stretti ma questo non ci impedisce di continuare a lavorare con la massima serietà per ottenere il miglior risultato possibile”, le parole rilasciate su www.federvela.it.