Giovedi 8 Dicembre

Tour de France: quando meno te l’aspetti, l’attacco di Froome e Sagan

LaPresse/Reuters

Froome e Sagan “menano” il Tour, in piano

Peter Sagan è monumentale, Froome è gigantesco. I due, in un attimo, danno scacco al Tour, in pianura. Se prima Froome faceva piazza pulita di avversari in salita, quest’anno la maglia gialla accende il Tour con mosse inaspettate, prima in discesa, ieri addirittura “in piano”. Froome segue Sagan, quando Peter si stacca dal gruppone, e con lui va fino alla fine, oltre l’arrivo, sorprendendo tutti. Nessuno se l’aspetta. Nessuno poteva pianificare una cosa come quella che si è vista. Nessuno, tranne Froome. Froome e Sagan si accordano, a un certo punto, così Peter vince la seconda tappa e Froome spezza le reni ai suoi rivali. Ventagli, scatti, volate. Tutto può succedere, a questo Tour, se la maglia gialla è così agguerrita, così intelligente, così spavalda.