Venerdi 9 Dicembre

Tour de France – Il Montée de Bisanne mette alla prova Froome, tutte le insidie della 19ª tappa

Ecco tutte le insidie della 19ª tappa del Tour de France, Chris Froome prova a mettere l’ultima ipoteca sul titolo

Dopo la vittoria di Chris Froome nella cronoscalata di ieri, i ciclisti tornano in sella oggi per affrontare la 19ª tappa del Tour de France, che partirà da Albertville e si concluderà a Saint-Gervais dopo 146 km.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Giudice assoluto sarà il Monte Bianco, dal momento che tutto il percorso di questa entusiasmante frazione si snoderà lungo i piedi della montagna più alta d’Europa, presentando quattro dure salite. Trenta km di riscaldamento per poi affrontare il primo ostacolo, cioè il Col de la Forclaz de Montmin, 9,8 chilometri al 6,9% di pendenza media. Dopo di ciò, ecco arrivare il GPM meno duro dei quattro in programma, il Col de la Forclaz de Queige (5,6 km al 7,8%). La discesa che ne segue è un toccasana per i ciclisti, costretti poi a risalire lungo il durissimo Montée de Bisanne. Arrivati sulla cima del monte, i restanti 50 km di tappa presentano meno difficoltà, visti la facilità dei quattro quinti di questo finale, caratterizzata da discesa e pianura. Appena superato il cartello dei -10 per gli atleti inizia la scalata verso il traguardo di Saint-Gervais. I 5 km finali si presentano come i più duri con la strada che sale costante all’8-9% fino al rifugio di La Bettex dove è posto il traguardo.