Giovedi 8 Dicembre

Tour de France, Froome convinto: “adesso tocca agli altri attaccare. Il pugno? Ero in pericolo”

LaPresseReuters

Intervenuto nella conferenza stampa del Team Sky, Chris Froome analizza questa prima parte di Tour de France

Nove tappe già alle spalle, molte ancora da disputare, il Tour de France però ha già regalato molte sorprese e colpi di scena.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

A comandare la classifica provvisoria c’è Chris Froome, capace di scollinare in prima posizione al primo giorno di riposto di questa edizione del 2016. Intervenuto nel centro storico di Andorra la Vella alla tradizionale conferenza stampa del Team Sky, il ciclista britannico-keniota ha fatto il punto su questa prima parte del Tour. “Non è un caso che ci siano tanti corridori britannici al vertice, è il frutto di lavoro, programmi, investimenti. Mi aspettavo che Quintana mi attaccasse nell’ultima tappa ma non l’ha fatto, non so perché. Chiedete a lui. Io sono molto felice di essere maglia gialla adesso. Tatticamente è una posizione ideale, sta agli altri adesso attaccare. Noi abbiamo fiducia di avere il team più forte qui”. Froome, infine, ha parlato anche della multa di 200 franchi comminatagli per il pugno a un tifoso colombiano: “la accetto, mi è dispiaciuto il gesto, ma in quel momento era un pericolo”.