Sabato 3 Dicembre

Scandalo doping, il Cio vieta a Mutko di partecipare alle prossime Olimpiadi

Il Comitato Olimpico Internazionale attende il verdetto del Tas prima di prendere una decisione sullo scandalo doping che ha sconvolto la Russia, e intanto su Mutko…

Anche se le Olimpiadi cominceranno tra poco più di due settimane, il Comitato olimpico internazionale (Cio) non ha ancora preso una decisione definitiva sulla Russia, travolta dallo scandalo doping, per studiare “tutte le opzioni legali” tra un’esclusione collettiva del Paese dai Giochi di Rio e “il diritto alla giustizia individuale” degli sportivi russi”.

 LaPresse/Actionpress

LaPresse/Actionpress

In un lungo comunicato, il Cio precisa che “prenderà in considerazione” il parere del Tribunale arbitrale dello Sport (Tas) di Losanna, atteso per giovedì, in merito al ricorso dei 68 atleti russi che contestano la loro sospensione successiva a quella della Federazione d’atletica del loro Paese. Il Cio, riunitosi d’urgenza ieri, ha stabilito il riesame completo di tutti gli atleti russi (e i rispettivi allenatori) presenti ai Giochi invernali di Sochi del 2014 e ha chiesto di conseguenza “a tutte le Federazioni internazionali di aprire singole inchieste di concerto con la commissione McLaren e, in caso di accertate violazioni delle norme antidoping, di squalificare le federazioni nazionali“. Intanto, il Comitato olimpico guidato da Thomas Bach ha vietato al ministro dello Sport russo, Vitaly Mutko, di prendere parte alle prossime Olimpiadi. Il Cio, infatti, “non accorderà alcun accredito ai funzionari del ministero né a tutte le persone citate nel dossier McLaren“. (ITALPRESS).