Sabato 3 Dicembre

Sagan il saggio

LaPresse/Reuters

Più maglie indossa, più diventa saggio. Ecco il nuovo Peter Sagan!

Il nostro amato Brad Pitt su due ruote continua a stupirci, sempre in maniera positiva. Stiamo parlando di Peter Sagan, apparentemente il tipico “bello&dannato” destinato per natura a far breccia nei cuori femminili; scavando un po’ nella sua personalità, ecco invece comparire un personaggio inaspettato: Sagan il Saggio. Eterno secondo fino a poco tempo fa, oggi il bel Peter ha indosso una maglia da campione del mondo, e ha conquistato due giorni fa la sua prima maglia gialla, insieme a quella verde.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

La cosa che suona strana, pensando allo sguardo veloce e irriverente del fortissimo ciclista slovacco, sono state le sue dichiarazioni; frasi dense di buonsenso, di saggezza, di amore per il ciclismo dei valori di una volta. Ecco dunque Peter dire cose come: “Il ciclismo è molto cambiato da quando sono diventato professionista io, nel 2010. Oggi tutti qui corrono come se non gli importasse della vita” E non è finita. Ancora lui, dice che: “Si è persa la ragione. Troppe cadute stupide. Troppi rischi inutili

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Ed è ancora Sagan il Saggio a far riflettere dicendo: “Prima c’era rispetto all’interno del gruppo. Se qualcuno faceva una ca***ta gli arrivavano delle bottiglie, oggi è come se tutto il gruppo fosse impazzito” Frasi forti. Affermazioni veritiere. Ricordi di ciclista. E chi se l’aspettava che questo Peter Sagan, oltre che bello e simpatico, fosse anche saggio? Certamente è una bella scoperta, questo Peter, per questo ciclismo d’oggi.