Mercoledi 7 Dicembre

Rugby, il ‘Progetto Accademie’ compie 10 anni: la FIR lancia un documentario

In occasione del decimo anniversario dal lancio del ‘Progetto Accademie’, la FIR ha lanciato un documentario per celebrare la ricorrenza

Simone Favaro, oggi flanker della Nazionale Italiana e dei Glasgow Warriors, fu il primo a varcare i cancelli dell’Accademia Nazionale “Ivan Francescato, allora di base a Tirrenia, una mattina di settembre del 2006.

Simone-FavaroQuel giorno, presso il Centro di Preparazione Olimpica del CONI, alla presenza dei fratelli dell’indimenticato trequarti dell’Italia Anni ’90, prendeva vita il progetto-Accademie che, nelle stagioni successive avrebbe allargato i propri orizzonti sino ad assumere la connotazione attuale: trentadue Centri di Formazione U16, nove Centri di Formazione Permanente U18, l’Accademia Nazionale U19, oggi con sede a Parma. Un percorso che, nell’ultimo decennio, non ha solamente visto ventiquattro atleti provenienti dall’Accademia indossare la maglia della Nazionale Maggiore ma – soprattutto – ha contribuito ad affiancare i Club italiani nella formazione di centinaia di giovani atleti.

edoardo goriPer raccontare i primi dieci anni del “Progetto Accademie” la Federazione Italiana Rugby ha rilasciato oggi il documentario “Accademie, 10 anni di formazione” prodotto in collaborazione con Irida Produzioni: dodici minuti per raccontare le Accademie non solo come strumento di formazione sportiva ma anche e soprattutto di crescita umana dei giovani che le frequentano, raccontandone gli obiettivi e le ambizioni non solo attraverso le parole degli atleti protagonisti ma anche dei tecnici, dei docenti e dei genitori. “Le Accademie – spiega Edoardo Gori nel documentario – hanno influito molto ed in modo positivo sul mio percorso sportivo ed umano. A chi le frequenta oggi non posso che suggerire di continuare sempre nel proprio percorso di studi, perché il rugby è uno sport magnifico, ma dobbiamo pensare anche a quello che arriva una volta conclusa questa splendida avventura