Domenica 11 Dicembre

Rio 2016 – Test antidoping subito dopo lo sbarco, così sono stati accolti gli atleti russi in Brasile

LaPresse/PA

La prima delegazione del team russo, non appena sbarcata a Rio, è stata sottoposta a controlli antidoping

Sono circa 280 gli sportivi russi che al momento hanno avuto il via libera dalle rispettive federazioni internazionali per prendere parte ai Giochi Olimpici di Rio2016.

LaPresse/Xinhua

LaPresse/Xinhua

Lo hanno confermato fonti vicine al ministro russo dello Sport, Vitali Mutko. Il numero preciso sarà reso noto domani. I russi in gara a Rio sotto la bandiera del proprio Paese alla fine dovrebbero essere circa 290, contro i 387 previsti inizialmente. Intanto sono arrivati nella capitale dell’omonimo stato confederato la prima parte della spedizione russa, con circa 70 sportivi, fra i quali le nazionali di volley, quella femminile di pallamano e gli interpreti del pugilato, del nuoto sincronizzato e del tennis tavolo. Appena arrivati in Brasile, questi, secondo quanto riportato dal presidente della delegazione olimpica russa, Igor Kazikov, sono stati subito sottoposti a test antidoping. Lo stesso Kazikov si è chiesto, con una leggera vena polemica, se anche per gli atleti delle altre Nazioni siano stati adottati identici metodi e una simile celerità. (ITALPRESS).