Sabato 10 Dicembre

Rio 2016, parla Yulia Stepanova: “nell’atletica nessuno è pulito. Il Cio? Vi racconto tutte le loro bugie”

LaPresse/PA

Con un video messaggio mandato a Sky Sport Germania, Yulia Stepanova racconta tutta la verità sullo scandalo doping in Russia che lei ha scatenato

Dopo la clamorosa decisione del Cio di non escludere tutta la delegazione russa dalle Olimpiadi di Rio de Janeiro, ecco arrivare le prime dure reazioni da parte di coloro, da questa decisione, si sentono alquanto danneggiati.

LaPresse/PA

LaPresse/PA

Una su tutti è senza dubbio Yulia Stepanova, atleta russa che grazie alle sue rivelazioni ha scoperchiato il marcio sistema russo di insabbiamento di positività al doping, facendo suonare il campanello d’allarme in tutto il mondo. Nonostante la sua parte attiva nella vicenda, il Cio ha deciso di escludere anche la Stepanova dalle Olimpiadi, rientrando anch’essa nel novero degli atleti esclusi per precedenti per doping. “Mi dispiace che non posso partecipare all’Olimpiade per colpa di una bugia – commenta Yulia Stepanova in un video messaggio rilasciato a Sky Sport Germania – il Cio sta mentendo. Prima della mia rivelazione il Cio mi aveva chiesto se avrei voluto partecipare all’Olimpiade con la Russia e io avrei risposto che sarei stata felice di farlo. Poi, dopo le mie rivelazioni sul doping, hanno detto che io non volevo partire per Rio. Non è vero, sono gli atleti russi che non mi vogliono quello che dice il Cio sono soltanto delle bugie. La Iaaf mi ha concesso lo status di atleta neutrale, questo vuol dire che posso continuare la mia carriera, naturalmente io volevo anche il supporto del Cio, purtroppo però è successo il contrario, loro mi stanno punendo. Io non posso parlare per tutti gli sport, per quello che ho visto, nell’atletica leggera non era pulito davvero nessuno.