Venerdi 9 Dicembre

Rio 2016, Cassani conosce il segreto per far bene ai Giochi Olimpici: “essere squadra”

Daniele Leone/LaPresse

Davide Cassani tra sensazioni e aspettative prima della partenza con gli azzurri del ciclismo per Rio de Janeiro

Manca ormai pochissimo all’inizio delle Olimpiadi di Rio 2016. Le danze si apriranno ufficialmente il 5 agosto con la cerimonia d’inaugurazione, mentre per l’inizio delle gare bisognerà attendere il 6, anche se già dal 3 agosto potremo assistere alle prime sfide di calcio, maschile e femminile.

ciclismo azzurriIl sei agosto scenderanno in strada i campioni del ciclismo: oggi gli azzurri sono partiti alla volta del Brasile dove cercheranno di conquistare medaglie importanti.

Siamo pronti, sappiamo di avere tanti avversari forti ma andiamo a Rio per dire la nostra“, queste la parole del ct azzurro Cassani all’aeroporto di Fiumicino.

ciclismo azzurri“Il percorso olimpico è molto impegnativo e per questo abbiamo una squadra di scalatori. Quattro sono usciti dal tour molto bene, con Nibali che ha nel mirino, dopo il Giro, il suo secondo obiettivo stagionale. Tattica? C’è una salita di 9 km da percorrere tre volte nel finale, ma prima ci sono altri strappi da affrontare: sara’ una corsa particolare, dove si partirà in 140 e dove le squadre più folte, come l’Italia, saranno rappresentate da 5 corridori; difficile quindi tenere la corsa, se fai un errore sarà complicato rimediare. I corridori dovranno essere molto attenti e dovranno essere in grado di fare più di una cosa, come il non solo tirare ma anche entrare in fuga. L’importante e’ comunque essere una squadra“, ha aggiunto Cassani.