Martedi 6 Dicembre

Pallavolo-Final Six World League, il Brasile batte gli Usa e fa sorridere l’Italia

LaPresse/ALfredo Falcone

Grazie alla vittoria degli uomini di Bernardo Rezende, l’Italia conquista il pass per la semifinale della Final Six di World League

Il Brasile ha battuto 3-2 (24-26, 21-25, 28-26, 25-21, 15-12) gli Stati Uniti in rimonta permettendo così all’Italia di conquistare l’accesso alle semifinali di Final Six di World League.

LaPresse/ALfredo Falcone

LaPresse/ALfredo Falcone

In realtà la qualificazione per l’Italia è arrivata a gara in corso quando il Brasile, sotto 2-0, è riuscito ad impattare sul 2-2. I due set conquistati dalla nazionale di Bernardo Rezende hanno così permesso all’Italia di conquistare l’accesso alle semifinali grazie a una migliore classifica rispetto proprio agli Stati Uniti che a questo punto sono stati eliminati. L’Italia, seconda nel raggruppamento, affronterà la Serbia (diretta RaiSport1 ore 17.30), formazione già incontrata nella Fase Intercontinentale a Teheran e, un anno fa, nella Final Six di Rio de Janeiro, ma durante la fase a pool. Per l’Italia, che ha conquistato l’ultima volta l’accesso alle semifinali nel 2014 a Firenze, si tratta della diciottesima semifinale della sua storia. Il Brasile, già qualificato, era sceso in campo con tutt’altra squadra rispetto a quella che mercoledì aveva affrontato l’Italia – William in palleggio, Evandro opposto, Douglas e Mauricio (unico in campo contro gli Azzurri) schiacciatori, Eder e Isac centrali, Thiago Brendle libero -. Gli Stati Uniti, invece, schierati come ieri con Christenson in palleggio, Anderson opposto, Sander e Russel schiacciatori, Lee e Holt centrali ed Erik Shoji libero. Sotto 2-0 però gli uomini di Bernardo Rezende hanno però reagito permettendo così all’Italia di conquistare il traguardo delle semifinali. “Siamo chiaramente soddisfatti per questo risultato che ci permetterà di continuare a giocare gare di altissimo livello” commenta il ct dell’Italia Blengini. “Continueremo a fare del nostro meglio per giocarcela ad armi pare con tutti, cercando di dimostrare il nostro valore”.