Venerdi 9 Dicembre

NBA, Wade-Miami l’addio con una lettera commovente: “scusate Heat, torno alle mie radici”

LaPresse/EFE

Dwayne Wade lascia i Miami Heat con una lettera commovente nella quale spiega i motivi del suo addio e ricorda le vittorie in Florida

wadeIl mercato NBA di quest’estate è ricco di colpi di scena. Dopo il passaggio di Kevin Durant dai Thunder ai Warriors, cambia casacca anche un altro top player: Dwayne Wade. Dopo 13 anni passati con la casacca dei Miami Heat, Wade ha deciso di tornare nella sua città natale, Chicago, firmando un biennale con i Bulls. Wade ha lasciato la Florida con una lettera commovente che ha reso meno amaro il suo addio:

Cara Miami,

questa è stata una decisione estremamente emozionale e dura da prendere. Dopo 13 anni, ho deciso di cominciare un nuovo viaggio con i Chicago Bulls. Non è stata una decisione semplice, ma sento di avere preso la decisione giusta per me e la mia famiglia. Ho cominciato la mia carriera NBA con i Miami Heat nel 2003 ed è stato un onore potere giocare per loro e aiutarli a diventare una franchigia vincente con tre titoli NBA. Guardo con orgoglio e stupore a quello che abbiamo realizzato insieme. Voglio esprimere la mia gratitudine alla famiglia Arison, a Pat Riley, a Coach Erik Spoelstra, al coaching staff e all’intera organizzazione dei Miami Heat.

Dal profondo del mio cuore, voglio ringraziare la comunità di Miami e specialmente #HEATNATION per tutto il loro amore e supporto durante gli anni. È stato veramente incredibile. Apprezzo profondamente i messaggi positivi dei miei tifosi che mi esprimono che loro vogliono quello che è meglio per me e so che supporteranno la mia decisione. I ricordi, incluse le parate da campioni e cinque titoli di conference sono momenti incredibili che abbiamo condiviso e rimarranno sempre nel mio cuore ora che comincio un nuovo capitolo della mia vita.

Essendo cresciuto a Robbins III, non ho mai sognato che una carriera NBA potesse essere possibile e che un giorno avrei vestito la maglia dei Chiacago Bulls. Guardare i Bulls mentre crescevo mi ha ispirato fin da bambino nell’inseguire il mio sogno di diventare un giocatore di basket. I miei ricordi più preziosi sono stati guardare mio padre giocare a basket sui campi della ‘Fermi Elementary School’ e sviluppare il mio gioco al ‘Blue Island Rec Center’. Non ho mai dimenticato da dove vengo e ringrazio di avere un’opportunità di giocare per la squadra che per prima ha alimentato il mio amore per il gioco. Molti membri della mia famiglia vivono a Chicago e sono eccitato di tornare a casa in una città che amo.

Attendo di tornare alle mie radici e a quello che mi aspetta.

Con grande amore e rispetto,

D. Wade”.