Sabato 10 Dicembre

NBA, James Harden manda i Rockets in orbita: “in me c’è un po’ di Steve Nash!”

LaPresse/Reuters

James Harden ha espresso il suo parere sul ‘nuovo’ ambiente degli Houston Rockets fra cambio guida tecnica ed entusiasmo per il futuro

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Un futuro radioso si prospetta nell’orizzonte degli Houston Rockets. A guidare la truppa texana c’è James Harden che risolte le ‘distrazioni’ legate al rinnovo del contratto a suon di milioni, messe alle spalle le incomprensioni con Dwight Howard ceduto agli Hawks e con il nuovo cambio di guida tecnica, vede un radioso futuro per sè e i suoi compagni. Ad ESPN, James Harden ha espresso così la sua fiducia nel futuro: “tolte tutte le indecisioni adesso ci dobbiamo concentrare su come possiamo migliorare. La scorsa stagione è stata stressante per tutti, adesso con Coach D’Antoni c’è una nuova linfa. Vogliamo costruire una squadra forte ed in grado di battagliare ogni sera”.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Ma non solo. Harden ha spiegato come si stia ispirando a Steve Nash per migiorare il suo gioco: ho cercato di mettere un po’ di Steve Nash in me. Lui aveva il suo proprio ritmo durante la gara ed è questo che ho cercato di prendere. Non si poteva chiedergli di essere più veloce o fargli fare qualcosa che non volesse fare: ciò lo ha portato ad essere di un altro livello rispetto alle altre point guard della Lega di quel periodo e a vincere due titoli da MVP”.