Martedi 6 Dicembre

NBA, cara Red Nation ti scrivo: James Harden omaggia i tifosi dei Rockets con una lettera

LaPresse/Reuters

James Harden – Rockets, un matrimonio che durerà altri 4 anni: la guardia di Los Angeles ringrazia i tifosi di Houston con una lettera

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

La lettera di Kobe Bryant di qualche mese fa ha fatto da apripista. Adesso in NBA qualsiasi giocatore voglia dedicare un messaggio ai propri tifosi, prende in mano una penna e butta giù un paio di righe, esternando le poprie emozioni. Lo ha fatto Wade, lo ha fatto Durant, ora tocca a James Harden. Possono stare tranquilli i tifosi degli Houston Rockets però, “Il Barba” nella sua lettera esprime tutta la sua felicità per il rinnovo quadriennale con la franchigia texana, ringraziando i tifosi per il loro grande supporto.

Cara Red Nation:

Sabato è stato un grande giorno per tutti noi che amiamo i Rockets.

 Mi sento davvero onorato di aver potuto estendere la mia carriera cestistica in questa città meravigliosa che io ora chiamo casa. Non posso ringraziare abbastanza Mr.Alexander  per la fiducia che ha mostrato in me e l’incredibile supporto che io e la mia famiglia sentiamo dall’organizzazione e dai nostri tifosi.

Dal primo giorno che sono sbarcato qui, mi avete accolto come se fossi uno di voi. Il vostro supporto mi ha aiutato a crescere tantissimo sia come uomo che come giocatore – dal profondo del mio cuore, Grazie!

Posso assicurarvi che la nostra squadra lavorerà duro insieme, crescerà insieme, si costruirà insieme, competerà insieme e inseguirà insieme il nostro obiettivo più importante – un altro titolo per H-Town!

Ci saranno sfide durante il tragitto, ma noi continueremo a combattere. Ogni individuo dell’organizzazione è deciso verso quello stesso obiettivo.

Non siamo un “super-team”, ma solamente un gruppo di ragazzi che vuole lavorare duro per essere il migliore in assoluto. E il nostro lavoro inizia già da ora.

Guardiamo avanti per fare questo viaggio [verso il titolo] con ognuno di voi!

Con tanto amore e grande rispetto,

James Harden