Sabato 10 Dicembre

MotoGp, Petrucci si scusa con la Ducati: “mi spiace tantissimo, sarebbe stato bello”

LaPresse/Alessandro La Rocca

Una gara iniziata benissimo ma conclusasi nella ghiaia per Danilo Petrucci, dispiaciuto soprattutto per non aver portato punti alla Ducati

Un inizio da favola e un risveglio da incubo, potrebbe essere questa la sintetica descrizione del Gp di Germania di Danilo Petrucci. Trovatosi in testa dopo poche curve, il pilota della Ducati Pramac è finito nella ghiaia alla Curva 3 dopo aver perso l’anteriore della sua moto.

petrucciAvevo scelto la gomma più dura davanti perché sembrava che la pista si stesse asciugando – commenta Petrucci dopo la gara – ero l’unico con quella gomma all’anteriore nelle posizioni di vertice. Marquez e Redding stavano faticando ed erano indietro. Avevo già preso un grosso rischio ma stavo comunque di gestire. Pensavo si stesse asciugando e ho perso l’anteriore senza preavviso. Ho fatto un errore e mi dispiace molto, mi spiace tantissimo per la squadra. Ho provato a rimanere calmo. Non stavo nemmeno spingendo alla morte ma è andata così purtroppo. Mi spiace per la squadra anche perché sull’asciutto sapevamo di poter andare forte. Speravamo infatti in una gara asciutta perché avevamo un buon passo. Sarebbe stato bello. Sul bagnato sapevo sarebbe stata difficile. Adesso andiamo a fare i test e poi ci vorrà un bel periodo di stop e ricominceremo dall’Austria. Avrei dovuto solo rimanere in piedi altri 4 o 5 giri. Il tempo per cambiare la moto, ma purtroppo non ci sono riuscito“.