Domenica 11 Dicembre

MotoGp, che schiaffo di Iannone a Dovi: “sono più veloce, gli aggiornamenti non mi servono”

Nonostante si sia classificato dietro Dovizioso, Iannone non perde l’occasione per assestare una stilettata al compagno di squadra

Dopo un week-end pieno di emozioni e colpi di scena, ecco finalmente arrivare il momento del Gp del Sachsenring, appuntamento cruciale del Motomondiale 2016. Sotto la pioggia tedesca, ecco balenare un lampo nero-arancio Honda, una scintilla che illumina il cielo grigio della Germania mandando in estasi il team giapponese.

Iannone-DallIgna-DoviziosoQuel lampo d’autore porta la firma di Marc Marquez, capace di prendersi d’autorità una gara condizionata da situazioni al limite, scegliendo in maniera perfetta il momento del cambio moto. Sul podio anche Cal Crutchlow e Dovizioso, primo delle Ducati, con il compagno di squadra Iannone giunto quinto. “E’ successo un po’ un casino – commenta Iannone ai microfoni di Sky Sportsull’acqua mi son accorto che la moto era molto depotenziata, non avevo accelerazione e perdevo molto. Cercavo di recuperare in curva e fino ad un certo punto ce l’ho fatta, poi la gomma davanti è caduta molto e ho perso tanto.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Poi ho deciso di rientrare per giocare d’anticipo montando le intermedie, ma anche dopo che ho fatto il cambio, la moto non era pronta e quasi mi son preso con il mio meccanico. Sono degli errori che non dovrebbero succedere, ma non è mai capitato in tanti anni quindi ci sta. Dobbiamo essere positivi, abbiamo preso dei punti importanti, ma quando ci sono gare del genere bisogna sfruttarle. Parte del mio cuore rimarrà in Ducati, ci tengo a finire nel miglior modo possibile. Son contento perchè spesso e volentieri sono il più veloce delle Ducati e quindi posso fare anche a meno degli aggiornamenti. Ho parlato con Dall’Igna e mi ha garantito che mi tratterà come mi ha sempre trattato. Credo in lui. e son convinto che nelle prossime gare avrò quello che devo avere“.