Mercoledi 7 Dicembre

Le sorelle terribili che ci hanno rubato il cuore

LaPresse/PA

Serena e Venus: la loro storia tennistica vince da 20 anni!

Prima di loro il nulla. O quasi. Alzi la mano chi davvero si ricorda, senza digitare o googlare, di una qualche tennista di colore prima dell’avvento del regno delle sorelle Williams. Sì, d’accordo, non vogliamo mancare di rispetto a Althea Gibson, Zina Garrison o Chanda Rubin, ma le sorelle terribili sono davvero un’altra cosa. Lo sono state, lo sono e lo saranno. Perché se prima di loro il nulla, oggi accanto a loro non vediamo sorgere speranze afro-americane nel tennis al femminile. Il domani, dunque, non sembra promettere eredi, per Serena e Venus.

LaPresse/PA

LaPresse/PA

E quindi, ecco loro, sempre loro, soltanto loro. Wimbledon 2016, tanto per fare un esempio. Eccole lì: belle come il sole, eleganti, raffinate, sensuali, vincenti. Come sempre. Più di sempre. In un momento storico in cui la Sharapova è out e la Kvitova sta cercando di capirsi, le sorelle Williams portano a casa i risultati, incuranti. E guadagnano le semifinali. 36 anni Venus, 34 Serena. Ce le ricordiamo, prima Venus poi Serena, entrare nelle nostre case, era circa il 1997; quasi 20 anni fa. Che a dire 20 anni già son tanti, se poi uno li vive giocando e vincendo sui campi da tennis di tutto il mondo, la cosa dei 20 anni diventa quasi da extraterrestri. 20 anni là, in cima, all’apice, è tanta roba per davvero. In questi giorni si stanno impossessando dell’erba inglese. Prima di quest’erbetta ben tagliata, però, le sorelle Williams hanno fatto breccia, impossessandosene, nei nostri cuori. Ed è la cosa più importante!