Mercoledi 7 Dicembre

Fiorentina, Paulo Sousa difende Rossi: “ecco il motivo del suo silenzio”

LaPresse/Daniele Montigiani

Dal ritiro di Moena, Paulo Sousa, allenatore della Fiorentina, difende Giuseppe Rossi: “c’è chi dimentica il suo passato”

LaPresse/Daniele Montigiani

LaPresse/Daniele Montigiani

Fiorentina, ecco Rossi – “Sono molto contento del lavoro che abbiamo fatto con Giuseppe Rossi dall’anno scorso: c’e’ chi dimentica tutto quello che è stato il suo passato. Lui è sempre stato motivato a fare quello che più gli piace, che è giocare, solo che ha passato due anni di grandissime difficoltà. Abbiamo lavorato insieme per dargli la possibilità di giocare, a un certo punto aveva bisogno di continuità e tutti abbiamo preso le migliori decisioni su un giocatore che sappiamo il talento che ha. Oggi è arrivato a Moena, come tutti gli altri, motivato, inserito nel gruppo per lavorare insieme, cercando di dare tutto”.

LaPresse/Daniele Montigiani

LaPresse/Daniele Montigiani

Fiorentina, ecco Rossi – Lo ha detto il tecnico viola, Paulo Sousa, parlando al termine della sfida fra Fiorentina e Feralpisalò, secondo test amichevole stagionale della formazione gigliata. “Rossi in silenzio? Lui è un ragazzo timido: ha voglia di esporsi in campo e non ama farlo pubblicamente. Non vedo problematiche nella sua testa. Hagi? Ha una maturità di gioco, per la sua età, molto alta: è un giocatore che in questo ritiro sta dimostrando grandi capacità. Io triste perché mi manca la mia famiglia? Ho una moglie che mi ‘sopporta’ e mi lascia vivere al meglio questo mondo del calcio, che è un’altra mia famiglia, per questo ringrazio sempre Dio di avere la possibilità di fare quello che più amo fare. Non sono assolutamente arrabbiato”, ha concluso Sousa. (ITALPRESS)