Giovedi 8 Dicembre

FFP, la Roma c’è: così la cessione di Pjanic ha ‘salvato’ i giallorossi

LaPresse/Daniele Badolato

Grazie (anche) alla cessione di Pjanic, la Roma ha messo a posto i propri conti: abolita la sanzione per il mancato rispetto del FFP

LaPresse/Fabio Ferrari

LaPresse/Fabio Ferrari

Roma, FFP ok – Tra campo, mercato e… bilanci. Parametro ormai di primissimo ordine. Finiti i tempi delle spese ‘pazze’, la spada di Damocle del Financial Fair Play incombe molto spesso sulla volontà dei club di poter rinforzare la rosa. E, nei casi più ‘gravi’, porta anche della sanzioni alle società. Eventualità che la Roma ha definitivamente scongiurato, vedendosi abolire anche la multa di 6 milioni di euro precedentemente inflitta alla società giallorossa. Che, come spiegato dettagliatamente dall’esperto economista Marco Bellinazzo su Goal.com, ha messo a posto i propri conti.

 LaPresse/Marco Rosi

LaPresse/Marco Rosi

Roma, FFP ok – Ecco la sua analisi: “poco più di un anno fa, l’As Roma era finita nel mirino del Club Financial Control Body per il mancato rispetto dei parametri imposti dal fair play finanziario concordando la Uefa una serie di restrizioni  per le stagioni dal 2015 al 2018. Alla Roma è stata anche inflitta una multa di sei milioni di euro, due da versare subito e quattro “sospesi”. Ora con tutta probabilità queste restrizioni saranno abolite proprio a partire dalla stagione appena iniziata: niente più multa da 4 milioni”.

LaPresse/Alfredo Falcone

LaPresse/Alfredo Falcone

Roma, FFP ok – Nella ‘pulizia’ dei conti giallorossi, secondo l’analisi di Bellinazzo è decisiva la cessione di Pjanic: “nel 2015 la Roma ha registrato una perdita di 41 milioni. Nel 2016 le perdite del club giallorosso dovrebbero essere meno della metà di quelle dell’esercizio precedente, anche grazie a plusvalenze per circa 30 milioni (la più importante delle quali deriva dalla cessione alla Juventus per 32 milioni di Miralem Pjanic ufficializzata lo scorso 13 giugno)”.