Domenica 11 Dicembre

Fermo, difende la compagna da insulti razzisti: nigeriano ucciso da un ultras

Aggredito e ucciso da un ultras a Fermo: muore nigeriano di 36 anni per aver difeso la compagna da accuse razziste

Alfa Romeo Giulietta carabinieri (3)Fermo, follia di un ultras: nigeriano ucciso – Calci e pugni mentre, a terra, provava in qualche modo a proteggersi. Ad Emmanuel Chidi Namdi purtroppo non è bastato, perché uno dei pugni che lo ha colpito in testa gli ha causato un’emorragia celebrale che lo ha fatto cadere in coma irreversibile. Emmanuel, nigeriano di 36 anni, ha pagato con la vita il tentativo di difendere la compagna dagli insulti razzisti rivolti da un giovane in pieno centro a Fermo: “Scimmia”, una delle tante accuse rivolte alla giovane 24enne, pestata anche a lei. Come riporta Repubblica.it, l’autore del folle gesto era già noto alle forze dell’ordine locali: si tratta di un ultras, con una condanna di Daspo sulla fedina penale. Questa volta, però, il reato è ben più grave: omicidio. Ciao Emmanuel, buon viaggio.