Domenica 4 Dicembre

F1, Vettel realista dopo il Gp di Germania: “ecco tutte le lacune della Ferrari”

LaPresse/PA

Dopo il quinto posto raccolto in Germania, Sebastian Vettel sottolinea come la Ferrari debba lavorare molto per uscire da questo periodo negativo

Si decide alla partenza il Gp di Germania, è la prima curva del circuito di Hockenheim a decretare il vincitore dell’ultima gara di Formula 1 prima delle vacanze estive. Lewis Hamilton domina in lungo e in largo l’appuntamento tedesco, allungando in maniera considerevole su Nico Rosberg nella classifica piloti.

LaPresse/Photo4

LaPresse/Photo4

Sono le due Red Bull di Ricciardo e Verstappen a salire sul podio insieme al campione del mondo, mentre il tedesco della Mercedes deve accontentarsi del quarto posto. Male le Ferrari di Vettel e Raikkonen, che non riescono ad andare oltre il quinto posto e il sesto posto, concludendo una gara davvero anonima dal punto di vista del ritmo e dei sorpassi. “Non eravamo abbastanza forti per arrivare tra i primi quattro – commenta Vettel ai microfoni di Sky Sport – quindi il quinto e il sesto posto son sembrati il massimo che potessimo ottenere. Non possiamo essere contenti ma cercheremo di migliorare, ma la questione di tempo dipende anche dai miglioramenti che faranno gli altri. Non dobbiamo nascondere, però, il fatto che siamo abbastanza veloci. Ho discusso molto con Adami duranta la gara, ad un certo punto dovevamo rientrare ma ho pensato di rimanere fuori per non rendere l’ultimo stint troppo lungo. Ho rinunciato all’undercat ma volevo andare più lontano per avere più gomme alla fine. Credo che adesso la pausa arrivi nel momento migliore, non è andata finora come volevamo, dobbiamo lottare ed è quello che faremo. Cercheremo un modo per migliorare, dobbiamo lavorare su tutti i settori, dalla velocità all’aderenza fino all’affidabilità, io ho avuto troppi alti e bassi, ci son molte cose che dobbiamo digerire, abbiamo tempo per farlo ma son sicuro che torneremo più forti“.