Domenica 11 Dicembre

F1, Ross Brawn ha deciso: ecco la sua risposta all’offerta della Ferrari

LaPresse/PA

Ross Brawn ha rifiutato di diventare consulente tecnico del presidente Marchionne, gettando la Ferrari nel panico

Cominciano a diventare parecchi gli anni di digiuno per la Ferrari che da molto tempo non riesce più a festeggiare un titolo mondiale. Per invertire questo lungo trend negativo, Sergio Marchionne sta valutando tutte le possibili soluzioni che potrebbero rilanciare il ‘Cavallino’ verso i fasti di un tempo.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

L’ultima pazza idea del numero uno della scuderia di Maranello conduceva a Ross Brawn, artefice del dominio rosso targato Schumacher, ma l’ingegnere di Manchester ha deciso, come riporta Motorsport.com, di declinare l’offerta fattagli recapitare lo scorso week-end da Marchionne tramite un proprio emissario. Sul tavolo la proposta di ricoprire l’incarico di consulente tecnico del presidente, ma Ross Brawn non se l’è sentita di rientrare a pieno ritmo nel circus, anche a causa di un affaticamento cardiaco che non gli avrebbe permesso di sobbarcarsi le 21 trasferte di una stagione completa. A questo punto, l’interrogativo che spaventa la Ferrari è: chi progetterà la vettura del 2017? Con Allison verso l’addio e il no di Ross Brawn, la progettazione è stata affidato a Simone Resta, al lavoro già dalla fine di questa primavera. Una situazione paradossale che non fa per niente bene alla scuderia di Maranello, ancora alla ricerca della prima vittoria in questa stagione. I giorni passano, il tempo stringe, il futuro della Ferrari è sempre più incerto.