Venerdi 9 Dicembre

F1, Raikkonen non si accontenta mai: “il terzo posto è un regalo, ma…”

LaPresse/Photo4

Grazie al contatto tra Rosberg e Hamilton, Kimi Raikkonen è riuscito a salire sul podio, ma le aspettative del finlandese erano ben altre

Una gara emozionante e sorprendente che ha tenuto incollati davanti alla tv fino all’ultima curva tifosi e addetti ai lavori. La vittoria se la prende con forza e determinazione Lewis Hamilton dopo un contatto maschio e duro con Nico Rosberg che, durante l’ultimo giro, ha gettato alle ortiche almeno diciotto punti rischiando di subire anche una penalità.

 LaPresse/Photo4

LaPresse/Photo4

Di questo duello ne approfittano Verstappen e Raikkonen, abili ad azzannare la preda in difficoltà e a salire entrambi sul podio. “Non è male il podio – commenta il finlandese in conferenza stampa – sicuramente è stato un regalo per noi, ma non ci lamentiamo e ce lo prendiamo. Avevamo una buona velocità, quando spingevo sentivo di non essere lontano dalle Mercedes, anzi alcune volte mi sembrava di prendere Lewis. Quando mi son fermato però mi son trovato sesto, da lì in poi è stata dura. Il grosso problema è stato superare Ricciardo, ogni volta che mi avvicinavo non trovavo la trazione. Ho cercato di recuperare, senza le bandiere gialle avrei superato Max ma va bene così, credo che avrei potuto superarlo con alcune curve in più. Ci portiamo a casa il terzo posto, non è l’ideale ma ci abbiamo provato. Ovviamente ci aspettavamo risultati migliori come squadra, il problema di Seb non ci ha permesso di raggiungere l’obiettivo di oggi che era quello di salire entrambi sul podio. Vorrà dire che ci proveremo al prossimo appuntamento“.