Giovedi 8 Dicembre

F1, quanti fischi per Hamilton: “problemi loro”, le parole dei protagonisti sul podio

Tra fischi e bagni di spumante i protagonisti del Gran Premio d’Austria raccontano le loro emozioni sul podio

Giornata spettacolare oggi a Spielberg, in Austria. Dopo il deludente incidente di Sebastian Vettel, che vede ancora una volta la Ferrari presa di mira dalla sfortuna, a prendere il volo al Gran Premio d’Austria e Lewis Hamilton, che dopo un appassionante duello e un contatto col suo compagno di squadra Nico Rosberg va a tagliare il traguardo per primo, seguito da Max Verstappen e Kimi Raikkonen.

 LaPresse/Photo4

LaPresse/Photo4

Felicissimo il campione del mondo in carica dopo questa vittoria che lo avvicina sempre più nella classifica generale al suo compagno di squadra: “è stata una gara incredibile, davvero molto difficile, una pista fantastica, grazie a tutti i fan perchè adoro l’Austria, ogni volta che vengo l’hotel è sempre fantastico, il cibo stupendo, la gara è stata stupenda“, ha dichiarato Hamilton sul podio dopo la premiazione. Tanti fischi però per lui da parte dei tanti tifosi tedeschi, dopo quanto accaduto con Rosberg: “non è un problema mio è un problema loro. Lui ha commesso un errore in curva 1 quindi ho avuto opportunità di andare all’esterno in curva 2 ma poi ha avuto un bloccaggio, credo abbia avuto un problema, io sono qui per vincere“, ha spiegato Lewis.

LaPresse/Photo4

LaPresse/Photo4

Felicissimo anche Max Verstappen: “arrivare al secondo posto con la Red Bull al Red Bull Ring è incredibile, davvero emozionante, grazie ai ragazzi che mi hanno dato una macchina fantastica”, ha dichiarato il pilota olandese.

 LaPresse/Photo4

LaPresse/Photo4

Infine una lunga analisi di Kimi Raikkonen, felice ma non troppo, consapevole dei problemi: “ovviamente non è stata una giornata semplice per noi, credo che non abbiamo fatto proprio quello che abbiamo potuto ma io ho fatto il miglior lavoro che potessi forse c’era possibilità di superare max ma poi c’è stata la bandiera gialla, bravo lui che è riuscito a finire davanti a me, mi spiace per Seb non è stato un week end semplice perchè con la macchina che avevamo non credo che abbiamo fatto quello che potevamo“, ha concluso il ferrarista.