Lunedi 5 Dicembre

F1, lite Hamilton-Rosberg: ecco la decisione della Mecedes

LaPresse/PA

La Mercedes ha preso la sua decisione dopo quanto accaduto in Austria tra Hamilton e Rosberg: ecco il comunicato

Problemi in casa Mercedes. Dopo quanto accaduto al Gran Premio d’Austria tra Nico Rosberg e Lewis Hamilton a pochi metri dal traguardo finale, si è tanto parlato delle possibili reazioni e dei provvedimenti del team Mercedes. In tanti hanno ipotizzato che Wolff e compagni avrebbero preferito la decisione di ordinare ai suoi piloti come comportarsi in pista, altri invece che il team avrebbe potuto sanzionare uno dei due piloti, o entrambi, con una multa ma anche con la drastica decisione di non farli gareggiare per qualche gara. Oggi la decisione del team su come agire sui loro piloti in vista del Gran Premio di Silverstone.

Ecco finalmente arrivare il comunicato stampa della Mercedes che chiarisce tutto:

“Questa mattina, presso la sede della Mercedes a Brackley, si sono svolti incontri positivi tra Toto Wolff, Paddy Lowe, Lewis Hamilton e Nico Rosberg. I nostri piloti sono stati informati che resteranno liberi di correre per il Campionato del Mondo. Riteniamo che questa è l’essenza della Formula Uno, anche tra compagni di squadra. Come appassionati, vogliamo vederli correre, e questo si aspettano anche i tifosi della Formula Uno.

Tuttavia, questa libertà deve rispettare quelli che sono i valori di squadra. Nelle ultime cinque gare ci sono stati tre incidenti che ci sono costati più di 50 punti nel Campionato Costruttori. Per questo motivo abbiamo rafforzato le nostre regole di ingaggio, con maggiori deterrenti al fine di evitare contatti tra le nostre monoposto. Alla luce di questi accordi, noi daremo la massima fiducia ai piloti, e il loro destino è nelle loro mani.

Abbiamo ricordato ai nostri piloti che possiamo impartire ordini durante la gara qualora ci fosse una situazione che potenzialmente può portare ad una perdita di punti nella classifica costruttori, come abbiamo fatto al Gran Premio di Monaco di quest’anno, quando è stato chiesto a Nico di dare strada a Lewis. Se i piloti non rispetteranno le regole di ingaggio fissate oggi, potremo imporre ordini di scuderia come soluzione di ultima istanza.

Ribadiamo la nostra convinzione nel ritenere quella di Lewis e Nico come la miglior coppia di piloti in Formula Uno. Dal 2013, abbiamo vinto insieme un totale di 43 gare e 40 ulteriori podi, oltre a due campionati del mondo consecutivi. Questo record parla da sé”.

Nessuna imposizione di ordine quindi a Hamilton e Rosberg: i due piloti sono liberi di correre ma devono rispettare i valori del loro team.