Mercoledi 7 Dicembre

F1, il Gp d’Ungheria non è poi così amaro per la Ferrari: Raikkonen regala un piccolo sorriso

LaPresse/Photo4

Kimi Raikkonen ha fatto segnare al Gp d’Ungheria il giro più veloce, cosa che non accadeva dal Gp del Canada dello scorso anno

Nonostante i risultati non entusiasmanti raccolti durante il Gp d’Ungheria, la Ferrari può consolarsi con un piccolo sorriso regalatole da Kimi Raikkonen.

LaPresse/Photo4

LaPresse/Photo4

Il pilota finlandese, infatti, ha fatto segnare il giro più veloce, fermando il crono sull’1’23″086 nel corso della 52ª tornata. Un tempo più basso di oltre mezzo secondo rispetto a quello delle Mercedes di Hamilton e Rosberg, comunque impegnate più a gestire il vantaggio sugli inseguitori piuttosto che a rincorrere. Il tempo di Kimi è arrivato subito dopo il pit stop quando, con il pneumatico nuovo e il serbatoio in esaurimento, è riuscito a fissare la sua migliore prestazione in gara. Per il ferrarista è il 43° giro veloce in carriera, che gli regala il secondo posto nella classifica all-time dietro solo a Michael Schumacher, fermo a quota 77. Lewis Hamilton è arrivato a 30, appaiando Nigel Mansell, mentre Sebastian Vettel è fermo a 25.