Venerdi 2 Dicembre

F1, Hamilton fa mea culpa: “mi scuso con il team, spero di presentarmi al top in Qualifica”

LaPresse/Photo4

Dopo l’incidente che lo ha visto protagonista nelle FP2, Lewis Hamilton si scusa con i propri meccanici per il lavoro supplementare a cui dovranno sottoporsi

Il miglior tempo questa mattina, il botto nel pomeriggio: è tutto qui il venerdì di prove di Lewis Hamilton, capace di passare dal sorriso all’amarezza nel breve volgere di poche ore.

LaPresse/Photo4

LaPresse/Photo4

Il britannico ha rovinato la prima giornata del weekend ungherese a causa di un’uscita di pista avvenuta all’ingresso della curva 11, dopo nemmeno un quarto ‘dora dall’inizio delle FP2. La monoposto del campione del mondo si è intraversata, per poi finire la sua corsa contro le barriere, provocando anche una breve esposizione della bandiera rossa. Un inconveniente non di poco conto che ha costretto Hamilton a dire addio all’intera sessione, obbligando i suoi meccanici ad un lavoro supplementare. “Ovviamente non è stata la sessione migliore per me. Mi scuso con la mia squadra per tutto il lavoro che dovrà fare per smontare la macchina e rimetterla insieme. Fortunatamente avevamo avuto buone sensazioni dalla macchina nei pochi giri che ho fatto. Sembra che il passo ci sia, quindi domani penso di poter recuperare il tempo perso oggi e presentarmi forte in qualifica“.