Mercoledi 7 Dicembre

F1, continui cambiamenti nel regolamento: Lauda spiega perchè

LaPresse/Photo4

Quanti cambiamenti nel regolamento di F1: Niki Lauda spiega perchè

Giornata di cambiamenti quella di ieri in F1. Dopo la pole conquistata da Rosberg con la doppia bandiera gialla, le penalizzazioni per le comunicazioni radio non permesse e la paura di vedere nuove penalità inflitte ai piloti al Gp di Germania perchè nella prima curva del circuito di Hockeneim si rischia di uscire oltre la linea di pista con tutte e quattro le ruote, i team principal hanno deciso di protestare, per chiedere ulteriori cambiamenti. “Si è deciso di dire basta a penalizzazioni comminate senza un tangibile dolo anche perché la gente, dopo la bandiera a scacchi, deve capire chi ha vinto e non aspettare la notte per avere la classifica. Charlie Whiting aveva detto di sì anche se non era d’accordo…“, questo il motivo dell’ennesimo cambio di regolamento come spiegato da Niki Lauda a La Gazzetta dello Sport. A poco è servita però la protesta dei team, perchè Charlie Whiting ha rifiutato la richiesta dei team principal e rimane fermo sulla sua idea: chi esce con tutte e quattro le ruote sarà penalizzato.