Venerdi 9 Dicembre

F1, Boullier svela: “lottiamo con le Ferrari per il terzo posto. Io a Maranello? Ecco la verità”

LaPresse/PA

Intervistato da Motorsport.com, Eric Boullier ha lanciato l’assalto alla Ferrari, definendo come fantamercato un suo passaggio alla rossa

Dopo alcune stagioni al buio, sembra essere tornata la luce in casa McLaren-Honda. La lunga risalita della scuderia di Woking sembra ormai a buon punto, e dalla prossima stagione Alonso e, forse, Button potrebbero anche lottare per la vittoria.

LaPresse/Photo4

LaPresse/Photo4

Soddisfatto per questi miglioramenti è senza dubbio Eric Boullier che, intervenuto ai microfoni di Motorsport.com, ha svelato i retroscena di questa faticosa risalita, sottolineando come nel breve periodo la McLaren-Honda possa tornare a competere con i top team. “Crediamo che il nostro telaio sia da top-3, diciamo tale da poter lottare con la Ferrari per il terzo posto. Monaco è stata un po’ una delusione, ma sappiamo cos’è successo. Il problema è stato legato alla gestione delle gomme. Se prendiamo Mercedes, Renault e Ferrari, hanno iniziato a lavorare sui nuovi motori nel 2010 e li hanno utilizzati dal 2014. La Honda ha deciso di partire nel 2013 e ha corso nel 2015. In due anni ha cominciato tutto da zero, mentre gli altri avevano già ingegneri con esperienza in Formula 1.

LaPresse/Photo4

LaPresse/Photo4

La differenza è stata molto grande”. In vista del 2017, le idee di Boullier sono abbastanza chiare: “non ci poniamo mai degli obiettivi oggi per il futuro, considerando anche che non abbiamo in mano lo sviluppo della power unit, che è della Honda, ma potremmo avere dei miglioramenti netti. Se saremo al livello della Mercedes, vorrà dire che lo step sarà di secondi, non di decimi. Se avremo la stessa potenza della Mercedes sappiamo che potremo lottare per le vittorie, i podi e probabilmente per il titolo. Vandoorne? Sappiamo che è pronto nella misura in cui è possibile esserlo. Nel senso che nessuno è veramente pronto per la Formula 1, serve molta esperienza specifica. Ma lui c’è. Poi vedremo nei prossimi mesi il da farsi”. Su un presunto interessamento della Ferrari nei suoi confronti, Boullier taglia corto: “non ho mai sentito queste voci, e poi sto bene in McLaren”.