Sabato 3 Dicembre

F1 – Attentato Nizza, Massa racconta: “ero in aereo, stavo arrivando proprio lì”

LaPresse/Gian Mattia D'Alberto

Massa e Rosberg commentano la tragedia di Nizza: il brasiliano è atterrato nella città francese proprio qualche ora dopo

E’ tutto pronto per un nuovo appassionante appuntamento di F1. Dopo una settimana di riposo i campioni delle quattro ruote, tornano in pista per il Gran Premio d’Ungheria, in programma domenica, a Budapest.

Hamilton vorrà superare il suo compagno di squadra Nico Rosberg e diventare il leader del Mondiale. Le Ferrari cercheranno il riscatto, per l’ennesima volta, mentre le Red Bull vogliono continuare nella loro scia positiva e dimostrare di poter mettere in difficoltà le altre scuderie.

LaPresse/Gian Mattia D'Alberto

LaPresse/Gian Mattia D’Alberto

Si è tenuta oggi la tradizionale conferenza stampa dei piloti, dove i campioni della F1 hanno commentato anche il terribile attentato di Nizza, dello scorso 14 luglio. Sono intervenuti a riguardo Rosberg e Massa, entrambi legati alla città francese, anche (e non solo), perchè vivono nelle vicinanze, a Montecarlo.

La tragedia di Nizza mi ha colpito in modo particolare, perchè io sono andato a scuola a Nizza e la mia famiglia ha vissuto là, è stato qualcosa di scioccante“, ha dichiarato Rosberg.

LaPresse/Photo4

LaPresse/Photo4

Ero in aereo, stavo proprio arrivando a Nizza in quei momenti. Arrivavo da Londra, avevo lavorato alla sede della Williams per due giorni, mi è arrivato il messaggio appena sono arrivato, che mi comunicato del terribile attentato e quindi ho cercato di rientrare il più velocemente possibile perchè stava succedendo di tutto. Quando sono atterrato tutte le persone in aereo erano scioccate, è veramente una vergogna che accadano cose simili. Spero che non vedremo mai più nulla di simile anche se succedono sempre più spesso eventi come questo e non è bello“, ha invece raccontato Felipe Massa.