Martedi 6 Dicembre

Euro2016 – I tormenti di Pellè: “Italia, eri il mio sogno. Adesso dico…”

LaPresse/Fabio Ferrari

Graziano Pellè non sembra riuscire  a darsi pace dopo l’errore dal dischetto costato carissimo all’Italia: nuovo messaggio dell’attaccante azzurro

LaPresse/Fabio Ferrari

LaPresse/Fabio Ferrari

Pellè scrive al’Italia – Il suo gesto ha fatto il giro del mondo, un’immagine destinata a rimanere a lungo nella mente dei tifosi italiani più ancora del rigore sbagliato. Graziano Pellè ha voluto precisare il perché di quel segno dello ‘scavetto’ che gli è costato la fame di sbruffone in tutto il mondo. Ma nonostante le sue verità siano ormai pubbliche, l’attaccante oggi al Southampton sembra non riuscire a darsi pace. Notti insonni, rimpianti e tormenti: Pellé, attraverso la propria pagina Facebook, ha voluto scrivere un nuovo messaggio al popolo italiano:

LaPresse/ Fabio Ferrari

LaPresse/ Fabio Ferrari

Pellè scrive al’Italia – “Avevo un sogno da bambino ed era quello di indossare la maglia azzurra numero 9⃣.. Grazie di ❤ a tutto lo staff ed i compagni di squadra per avermi dato la possibilità di realizzarlo☺. Ma dopo una nottata triste come ieri , mi sento di dare un ringraziamento speciale a tutti coloro che mi incoraggiano, scrivendomi in posta privata e non , nonostante siano sicuri di non ricevere una risposta da parte mia . Io li leggo con piacere i vostri messaggi , siete in tantissimi ed anche se non vi conosco , mi sento di dire che vi voglio bene … Questo spirito di FRATELLANZA e’ un valore percepito in questo percorso Europeo e spero che tutti VOI , come state dimostrando a me , lo riportiate nella vita privata .. Perché siamo italiani e possiamo essere un popolo stupendo , con tutti i pregi e qualche “piccolo” difetto 😬☺. ❤🇮🇹”