Giovedi 8 Dicembre

Euro 2016- Islanda: l’effetto Geyser Sound travolge il mondo, +55% di turisti

LaPresse/Spada

L’Islanda ha detto addio agli Euro2016 ma si sa: chiusa una porta si apre un portone. L’effetto Geyser Sound e dell’Islanda-mania ha travolto anche il mercato dei viaggi  e delle vacanze

Euro 2016- L’Islanda ed il Geyser Sound travolgono il turismo – Mentre veniva intonato l’ultimo Geyser Sound islandese allo Stade de France, i turisti europei facevano l’haka sui portali di ricerca e prenotazione voli idealo. La nazionale islandese guidata da Capitan Gunnarsson, vera rivelazione degli Europei 2016, crolla sotto le pallonate dei Bleus, ma conquista il cuore di tutti, anche oltre la dimensione calcistica. Su tutti i portali di ricerca e confronto voli idealo, infatti, il volume di ricerche per voli con destinazione Reykjavík è aumentato del 55% rispetto al 2015, con impennate registrate in concomitanza delle principali partite della nazionale islandese.

Islanda-maniaL’effetto simpatia dei vichinghi ha contagiato tutto il mondo. L’Islanda e il suo popolo in trasferta (l’8% della popolazione islandese era in Francia per l’Europeo!) sono stati una vera rivelazione. E, anche grazie al calcio, sono in molti quelli che hanno scoperto l’isola dei geyser, delle balene e delle lagune glaciali.
L’Islanda-mania è esplosa fin dal primo incontro con il Portogallo, il 14 giugno, in occasione del quale tutti i portali di confronto voli e tariffe aeree avevano registrato il primo record: le ricerche di voli per l’Islanda erano aumentate del 75% rispetto al giorno precedente e del 101% rispetto al giugno del 2015. Al culmine dell’entusiasmo per la favola islandese – durante la partita dei quarti di finale contro la Francia – le ricerche di voli per l’isola sono letteralmente esplose su voli.idealo.it e su tutti gli altri portali internazionali di comparazione idealo: con un incremento del 239% rispetto al giorno precedente e del 656% rispetto all’anno precedente.

Il sogno islandese insomma continua… almeno per i turisti. Speriamo che per gli Islandesi stessi il sogno condiviso da tutto il mondo non si trasformi improvvisamente nell’incubo di un boom incontrollato di visitatori. Per quest’anno erano già attesi sull’isola 1 milione e 600 mila turisti, con un incremento pari al 29% rispetto all’anno precedente. E proprio un paio di giorni prima dell’incontro-esordio ad Euro 2016 contro il Portogallo, erano state attivati dal governo di Reykjavik i primi provvedimenti per arginare l’afflusso di turisti convogliati da AirBnb.

Salva

Salva

Salva

Salva