Mercoledi 7 Dicembre

Ciclismo: cloud e Tour de France per dati sempre più precisi

LaPresse/Reuters

E’ tutta una questione di Cloud – I big data analytics del Tour de France sono tutti su cloud

22 squadre, 198 corridori, 320 ore, 5.132 chilometri, 42.000 elementi geospaziali, 75 milioni di letture GPS, 350 milioni di CPU al secondo raccolte ed elaborate sul nostro  cloud.

Questi sono alcuni delle sorprendenti statistiche che hanno caratterizzato la prima tranche di trasmissioni dati live in tutto il mondo relative ai singoli corridori durante ogni singola tappa del Tour de France 2015.

tim wade tour de france cloudQuest’anno, oltre ai dati sulla velocità e al posizionamento acquisiti dai sensori di telemetria posizionati sotto il sellino dei corridori, stiamo raccogliendo live anche informazioni sulla velocità del vento, sulla pendenza e sulle condizioni atmosferiche. Con l’integrazione di questi dati aggiuntivi, prevediamo che il volume di ‘big data’ generati durante il Tour 2016 raddoppieranno – se non addirittura triplicheranno. Con questa mole di dati, una capacità di elaborazione scalabile istantaneamente per poter offrire l’agilità necessaria a tracciare ogni ciclista durante la gara diventa vitale.

L’aspetto davvero entusiasmante di quest’anno risiede anche e proprio nella capacità di distribuire tutte queste informazioni ad Amaury Sport Organisation (A.S.O.) attraverso una piattaforma digitale unificata ospitata su cloud unitamente a una soluzione di disaster recovery costituita dal big data truck. La qualità dei dati e la loro disponibilità in tempo reale sono componenti critici per offrire un’esperienza utente in grado di coinvolgere le generazioni di spettatori più giovani attraverso le tecnologie che caratterizzano il loro mondo fatto di social e media e video.

Ci sono anche gli aspetti di cybersecurity dei data feed live. La possibilità di ospitarli sul cloud di Dimension Data garantisce di tenere i dati al sicuro mentre la connettività criptata consente alle informazioni di gara di essere trasmesse in modo sicuro ai cronisti, media, alle squadre e agli spettatori. Lo scorso anno, Dimension Data è stata in grado di fornire il 100% di disponibilità di tutti i sistemi – elaborazione senza interruzioni dal big data truck al sito di tracciatura live del Tour de France e al cloud  off-premise.

L’ambiente di hybrid cloud utilizzato per il Tour de France combina soluzioni modulari on-site con molteplici servizi cloud off-premise, offrendo una ridondanza completa e scalabilità praticamente senza limiti durante le 21 tappe della gara.

Il progetto si basa su tre pilastri fondamentali:

  • – Altamente disponibile: per assicurare che non ci sia nemmeno una possibilità di fallimento
  • –  Una diversità di sedi: oltre al big data truck ospitiamo servizi di ridondanza nei nostri data centre di Londra e Amsterdam; e
  • –  Una varietà di vendor e un’architettura intelligente: per essere sempre un passo avanti rispetto a quello che potenzialmente potrebbe non funzionare ci appoggiamo a diversi fornitori di connettività.

Durante la gara, i dati vengono trasmessi dai sensori di telemetria posizionati sotto le selle dei ciclisti al corteo di machine e motociclette che seguono i corridori; al velivolo che segue la corsa e poi al big data truck e – dove necessario – ai server in coud. E tutto questo avviene istantaneamente. Quando i dati grezzi vengono ricevuti vengono poi analizzati in tempo reale e mostrati come informazioni utili ai team di tecnici, data scientist e i responsabili delle grafiche televisive all’interno del big data truck. Questi team predispongono e distribuiscono le informazioni a più di 100 cronisti in tutto il mondo, social media e piattaforme web integrate come il Tour de France Race Center offrendo anche ai fan e ai team tecnici delle squadre una visione più ricca delle dinamiche di gara che rendono questo evento emblematico un’esperienza unica e coinvolgente.

Inoltre, stiamo estendendo la portata dell’esperienza visiva del Tour de France oltre il pubblico televisivo mondiale approcciando le generazioni di appassionati di ciclismo digitali che ricorrono all’omni-canalità e che richiedono informazioni in tempo reale sui singoli corridori, sull’ambiente circostante, video live e o in differita, oltre alle immagini e a una combinazione di social media feeds tra cui scegliere. E fino a quando tutto sarà su cloud, tutte queste informazioni possono essere distribuite immediatamente ovunque e in tempo reale ai milioni di fan che considerano il Tour de France l’apogeo degli sport moderni.