Sabato 10 Dicembre

Caso Schwazer, parla l’avvocato: “è in corso un disegno per non far gareggiare Alex a Rio2016”

LaPresse

Il legale di Alex Schwazer ha dichiarato che alla base dell’accusa di doping nei confronti dell’atleta ci sia un disegno mirato a escluderlo da Rio2016

Durante la conferenza stampa di questo pomeriggio, il legale di Alex Schwazer, ha spiegato la posizione della difesa in merito alle accuse di doping del marciatore azzurro. Il dottor Gerhard Brandstaetter ha contestato i tempi e i modi in cui è stata rivolta l’accusa, sottolineando la presenza di un disegno messo in atto per impedire ad Alex Schwazer di gareggiare a Rio2016: “noi produciamo una serie di documenti tecnici e scientifici che dimostrano l’estraneità di Alex a un processo dopante. Anche la normativa Iaaf e Wada sostengono che un atleta che dimostra di non avere negligenza e colpa non va punito. Io mi chiedo perché non ci sia stata comunicata la positività il 15 maggio, dopo i nuovi esami sul campione. Perché comunicandoci tutto il 21 giugno ci hanno messo in condizioni di fare una rincorsa per difenderci. Lunedì abbiamo presentato istanza al Tna, ieri notte al Tas. Io mi chiedo e vi chiedo perché. È chiaro e lampante che c’è stata una ingerenza esterna fortissima in questo disegno di non far gareggiare Alex a Rio, punire Donati e anche Schwazer“.