Venerdi 2 Dicembre

Caso Schwazer, il marciatore azzurro non si arrende: “sono pulito, voglio le Olimpiadi”

LaPresse/Daniele Montigiani

Dopo il nefasto esito delle contro-analisi, Alex Schwazer non si arrende e promette battaglia

Ennesima batosta per Alex Schwazer. Le contro-analisi effettuate sul campione B hanno confermato la positività del marciatore alto-atesino che, a questo punto, viene escluso dai Giochi di Rio de Janeiro.

Lapresse/Giorgio Perottino

Lapresse/Giorgio Perottino

Nonostante la sospensione immediata arrivata da parte della IAAF, Schwazer non ha nessuna intenzione di arrendersi e lotterà fino all’ultimo per andare a Rio: “voglio far chiarezza su questa storia – ha sottolineato con una nota il marciatore azzurrovoglio andare alle Olimpiadi per dare una risposta in gara perchè sono pulito. Dopo la notizia della positività non ho mai smesso di allenarmi nonostante il dolore, la rabbia e l’amarezza che assorbono tutte le mie energie. Lo faccio per il mio allenatore, per chi mi è sempre stato vicino e per tutti quelli che ogni giorno dimostrano di credere in me e nella mia innocenza“.