Sabato 10 Dicembre

Caso Messi, adesso è caos totale: Fisco contro Barcellona, ecco perché

LaPresse/REUTERS

Ancora una nuova bufera intorno a Leo Messi: dopo la condanna per evasione, il Fisco attacca il Barcellona che ha ‘difeso’ l’argentino

LaPresse/EFE

LaPresse/EFE

Caso Messi, Barcellona ‘rimproverato’ dal Fisco I tecnici del ministero delle Finanze spagnolo hanno chiesto oggi al Barcellona per fare “marcia indietro” e di ritirare la campagna lanciata sui social network per sostenere Leo Messi, condannato, assieme al padre, Jorge, a 21 mesi di carcere per frode fiscale. La Gestha (unione tecnici delle Finanze) ha definito “irresponsabile” la reazione del club catalano e “molto gravi” i reati contestati all’argentino.

Lapresse/Xinhua

Lapresse/Xinhua

Caso Messi, Barcellona ‘rimproverato’ dal Fisco – Attraverso l’hashtag #TodosSomosMessi, il Barcellona e i tifosi azulgrana invece intendono testimoniare la loro vicinanza alla stella argentina. I tecnici del ministero delle Finanze ritengono, inoltre, che lo slogan di sostegno lanciato dal club catalano (“Siamo tutti Messi“) sia in antitesi con il motto “Hacienda (Finanze) tutti noi”, che mira a sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza del pagare le tasse. (ITALPRESS).