Martedi 6 Dicembre

Barcellona, Andrè Gomes si presenta: “il no al Real? Questione di personalità”

LaPresse/EFE

Giornata di presentazione in casa Barcellona, primo giorno blaugrana per Andrè Gomes

E’ un onore vestire la maglia del Barcellona, si realizza un sogno mio e della mia famiglia. Se dovevo scegliere, dovevo scegliere il meglio. E credo di non essermi sbagliato, sono molto felice di appartenere a questo club“.

LaPresse/EFE

LaPresse/EFE

Prime parole da nuovo calciatore blaugrana per Andrè Gomes, 23enne centrocampista portoghese sbarcato alla corte di Luis Enrique dal Valencia. Su di lui c’erano anche altri grandi club, su tutti il Real Madrid, “ma ognuno ha la sua personalità e penso che la mia si adatti meglio al Barcellona. E’ una cosa che ha a che fare con la mia filosofia e quella del club“, taglia corto il portoghese, che non ha paura della concorrenza. “Ci sono molti grandi giocatori a centrocampo, quello che devo fare io è crescere e imparare. Ho tanti punti di riferimento, ho quasi 23 anni e ho tempo per essere un giocatore migliore. Sarei uno stupido se pensassi di essere come Messi e la concorrenza non è un problema. La cosa più importante è quello che chiede l’allenatore, quello di cui ha bisogno, devo adattarmi alla filosofia del club e fare il massimo per farmi trovare pronto. Cercherò di dimostrare le mia capacità. Cosa mi aspetto? Vincere tutto“. Ha fatto molto discutere il bonus da 15 milioni di euro che il Barça dovrebbe sborsare se Gomes vincesse il Pallone d’Oro più di una volta. “In futuro non sappiamo cosa succederà, spero di rimanere qui per molti anni. Vincere il Pallone d’Oro non è importante, non è un ossessione“.