Martedi 6 Dicembre

Atletica: formidabile Mario Lambrughi, vince e batte il suo record al Meeting Internazionale Sport Solidarietà

Al Meeting internazionale Sport Solidarietà, Mario Lambrughi ha vinto realizzando il record personale di 49.35 secondi, record inferiore a quello richiesto per l’iscrizione ai Giochi Olimpici 

Mario LambrughiNel 27° Meeting internazionale Sport Solidarietà di Lignano Sabbiadoro, in provincia di Udine, copertina ai 400 ostacoli. Protagonista della serata è l’azzurro Mario Lambrughi, che conquista la vittoria con il record personale di 49.35 e si migliora nuovamente, a meno di una settimana dalla semifinale europea di Amsterdam dove con 49.60 era sceso per la prima volta in carriera sotto i 50 secondi. Il 24enne brianzolo di Biassono, portacolori dell’Atletica Riccardi Milano, sale così all’ottavo posto delle liste italiane all time, con un crono che sarebbe inferiore allo standard richiesto per l’iscrizione ai Giochi Olimpici di Rio (49.40), ma ottenuto due giorni dopo la scadenza dei termini previsti. Studente universitario di marketing, per mantenersi nelle ultime due stagioni invernali ha lavorato in una pizzeria per le consegne a domicilio. Sulla pista di Lignano, nella gara valida come 3° Trofeo Ottavio Missoni, secondo posto al campione tricolore assoluto José Bencosme (Fiamme Gialle) che in 49.77 ripete lo stesso tempo realizzato agli Europei, davanti al compagno di club Leonardo Capotosti (50.62). In quarta posizione, record personale anche per il 22enne Lorenzo Vergani (Cus Pro Patria Milano) con 50.65.

Marta MilaniVento contrario sul rettilineo: nei 100 metri lo statunitense Ronnie Baker precede tutti in 10.33 (-0.9), al femminile la giamaicana Christania Williams con 11.30 (-0.4). Negli 800 vince in 1:45.42 il sudafricano Jacob Rozani, ma alle sue spalle si fa notare Gabriele Bizzotto: il 23enne del Cus Parma, tricolore assoluto indoor, toglie 26 centesimi al record personale con il quinto posto in 1:47.55 su Jacopo Lahbi (Atl. Mogliano), semifinalista europeo e al traguardo settimo con 1:47.84. Negli 800 della statunitense Kendra Chambers con il personal best di 2:00.76, cresce la junior Chiara Ferdani (Spectec Duferco Carispezia), settima con 2:06.06 per ottenere il suo miglior risultato in carriera. Sui 400 metri la giamaicana Shericka Jackson, campionessa mondiale della 4×400, si impone con 51.82 nei confronti di Marta Milani (Esercito), seconda in 53.39. Tra gli uomini prevale Rennie Quow, argento iridato con la staffetta del miglio di Trinidad e Tobago, che corre in 45.54 mentre Francesco Cappellin (Aeronautica) si piazza quinto realizzando il primato stagionale di 47.09.