Lunedi 5 Dicembre

Atletica-Europei Allievi: oro per Desola Oki nei 100hs, bronzo per Giampietro nel peso

Fantastica prestazione per Desola Oki e Sydney Giampietro, capaci di mettersi al collo due prestigiose medaglie agli Europei Allievi di Tbilisi

Due medaglie al collo di due giovani azzurre nella terza giornata dei Campionati Europei Allievi di Tbilisi (Georgia). Oro per Desola Oki nei 100hs con il primato nazionale under 18 eguagliato (13.30/+0.1) e bronzo della capitana Sydney Giampietro nel peso (17.45). Metalli che non solo rendono più concreta una trasferta finora molto positiva in questa prima edizione della rassegna continentale under 18, ma che hanno il volto sorridente della nuova Italia dell’atletica. Entrambe 17enni, Desola e Sydney hanno sangue nigeriano, ma sono nate nel nostro Paese e sono cresciute come atlete nei vivai dei club nostrani rispettivamente a Fidenza e Milano. Dalle barriere arriva oggi arriva anche la “quasi medaglia”, quella di Mattia Di Panfilo nei 110hs che è sfumata sull’ultima barriera per un quinto posto (13.55/+1.4) che lascia qualche rimpianto. Altri piazzamenti in zona punti – tre ottavi posti – per merito di Klaudio Gjetja nei 400 (48.45) e dei duecentisti Aurora Berton (24.67/+0.9) e Mario Marchei (21.77/+1.0), che però avevano siglato significativi PB nelle semifinali del pomeriggio, rispettivamente con 24.67 (+1.3) e 21.54 (+1.0). Altri finalisti di giornata: nella marcia 10000m disputata in mattinata, 10° NicolasFanelli (46:55.88) e 13° Davide Marchesi (48:21.54), nell’asta nona Rebecca De Martin (3.70) e tre nulli in entrata per Maria Roberta Gherca, nel martello 11esima Isabella Martinis (59.64) e senza misura Cecilia Desideri, mentre Andrea Motta ha chiuso al 10° posto nell’alto (2.02). Tra i promossi alle finali dell’ultima giornata, soprattutto Alessandro Sibilio nei 400hs (52.22, miglior tempo delle semifinali e quinto di sempre in Italia), poi i due ottocentisti Andrea Romani (1:51.03) e Simone Barontini (1:51.19), le giavellottiste Sara Zabarino e Carolina Visca (rispettivamente terza e quinta in qualificazione con 55.66 PB e 54.25),  le due staffette miste maschili (1:56.26) e femminile (2:11.68) e i due triplisti Andrea Dallavalle (direttamente con 15.22/+0.7) e Simone Biasutti (ripescato con 14.44/-2.0).